Usb Marche : Sindacalisti Alesi e Tarli assolti da Corte appello. Quaglietti. Vinta battaglia legale durata 6 anni, contro Ykk. Nuove speranze per libertÓ Tarli era stato anche licenziato dall'azienda

 

La Corte d'Appello dell'Aquila, il 29 ottobre scorso ha assolto con formula piena perchŔ il fatto non sussiste , l'ex segretario provinciale di Ascoli dell'Usb Giovanni Alesi  di Castel di Lama e il delegato Rsu Pierluigi Tarli di Folignano, denunciati per diffamazione dall'Ykk Fastners di Colonnella (Teramo) - poi assorbita dall'Ykk Mediterraneo. Lo rende noto il segretario regionale dell'Usb Marche Andrea Quaglietti. "Abbiamo vinto una battaglia legale durata 6 anni a sostegno dei due sindacalisti e lavoratori ingiustamente accusati e condannati in primo grado dal tribunale di Teramo - dice Quaglietti. Nel 2009 Alesi e Tarli (dipendente Ykk Fasteners) avevano solo chiesto all'Ispettorato del lavoro di verificare l'utilizzo dei contratti di cassa integrazione nella fabbrica di Colonnella, con il risultato di essere denunciati dal gruppo giapponese e Tarli anche messo sotto attacco e poi licenziato, nello stesso periodo. La Corte d'Appello dell'Aquila ha riconosciuto che non vi erano i presupposti per la diffamazione perchŔ i due rappresentanti Usb non avevano fatto che svolgere la propria attivitÓ sindacale. " E aggiunge : "Dopo 6 anni di lotte Ŕ stata fatta giustizia, e questa sentenza restituisce speranza e nuove possibilitÓ per far valere i diritti sindacali in Italia, diritti ora ingiustamente compressi  con l'effetto di una grave limitazione delle libertÓ fondamentali , anche a causa di accordi sulla rappresentanza che legano le mani ai lavoratori e alle organizzazioni che li vogliono tutelare e difendere veramente." Contestualmente l'Usb sta sostenendo Tarli nella sua battaglia per riavere il posto di lavoro, con un ricorso che ora Ŕ al vaglio della magistratura.

Usb