La Usb Marche protesta a Sant’Elpidio a Mare: “Alla Tod’s un licenziamento illegittimo”

L'Unione Sindacale di Base appoggia il caso di Daniele Gasparrini. Quaglietti: "Pronti ad azioni legali se non si trova una soluzione"

“Licenziamento illegittimo” alla Tod’s di Casette d’Ete, a Sant’Elpidio a Mare. USB Marche chiede un confronto con l’azienda e si dice pronto a manifestare e proporre un’azione legale. Attestati di solidarietà giungono dai colleghi di lavoro.

“Il licenziamento di Daniele Gasparrini avvenuto nei giorni scorsi nello stabilimento Tod’s di Casette d’Ete è illegittimo e ingiustificato. Chiediamo all’azienda di ritirare il provvedimento per evitare azioni legali e manifestazioni di protesta.” Lo afferma il segretario regionale Usb Marche Andrea Quaglietti, in relazione all’operaio che è stato improvvisamente allontanato dalle mansioni e dal luogo di lavoro nella fabbrica calzaturiera della famiglia Della Valle, per contrasti con i vertici dello stabilimento.

“Gasparrini da una vita lavora alla Tod’s di Casette d’Ete e si è sempre comportato in manirea onesta e diligente. – dice Quaglietti – Non comprendiamo come l’azienda abbia potuto attuare un atto così drastico e pretestuoso, e veramente sproporzionato rispetto a qualsiasi situazione si fosse creata. L’Usb chiede un confronto rapido e diretto con i vertici della fabbrica per discutere del caso, e per trovare una soluzione non traumatica alla vicenda.”.

Il sindacato di base terrà una manifestazione davanti al sito di Casette d’Ete, chiedendo il ritiro del licenziamento e solidarietà da parte dei colleghi di lavoro.“Nel caso non si arrivi ad affrontare la questione, andremo avanti con azioni legali per tutelare la dignità e il reddito del dipendente allontanato.”

 

Notizia su Fermo Notizie.info