Usb Pensionati organizza Sit-in di protesta il 7 marzo davanti la sede INPS di Ascoli Piceno per ottenere la perequazione delle pensioni , in base alla sentenza della Consulta ( illeggitime parti legge Fornero). Dopo diffida, pronti a ricorsi per 100

Una pensione dignitosa per tutti. Manifestazione anche per salvare la sanitŕ pubblica.

Ascoli Piceno -


L’Usb  Pensionati organizza per il prossimo 7 marzo un sit-in di protesta davanti la sede provinciale dell’INPS di Ascoli Piceno, in via Rismondo 1. Obbiettivo della manifestazione  quello di supportare la campagna locale e nazionale per ottenere la perequazione delle pensioni al costo della vita, in base a quanto stabilito la Corte Costituzionale nel 2015, con una sentenza che ha bocciato alcune parti della legge “Fornero” ( che aveva stabilito il blocco delle rivalutazioni degli assegni) . “Fino ad ora l’Inps ha versato solo il 20% di quanto dovuto ai pensionati – dice Andrea Quaglietti, segretario Usb Marche – e questo non č affatto sufficiente per permettere a decine di migliaia di persone di avere una vita dignitosa e utile alla societŕ. Si tratta di un diritto che deve essere riconosciuto, e che vale per gli ultimi 3 anni, una somma che varia dai 3 mila ai 5 mila euro per ogni lavoratore.” L’Usb attende risposte immediate da parte dell’Inps, e per questo si prepara a promuovere una manifestazione davanti la sede di Ascoli per il 7 marzo prossimo, invitando tutti i pensionati, i lavoratori e i cittadini a partecipare. Lo scopo č anche quello di protestare contro tutte le politiche di svuotamento del welfare pubblico in atto da molti anni a questa parte, a cominciare da quello dei servizi assistenziali e sanitari che spesso sono indispensabili proprio per i residenti piu anziani e a basso reddito. All iniziativa interverrŕ il coordinatore provinciale Usb-Pensionati Vincenzo Ferranti, oltre che altri dirigenti e rappresentanti locali del sindacato di base. “Nel caso non arrivassero segnali di dialogo e confronto da parte del’Inps – aggiunge Quaglietti – saranno depositati i ricorsi in tribunale per un centinaio di persone che hanno aderito alla campagna Usb sulla rivalutazione degli assegni”. Info 0736256243-

Usb pensionati Ascoli