Focolai Covid negli ospedali di Ascoli e San Benedetto, la denuncia USB

Ascoli Piceno -

USB Area Vasta 5 mercoledì 20 aprile ha denunciato per lettera, inviata alla dirigenza della Sanità regionale e di AV5 e ai sindaci di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto la presenza di focolai Covid tra gli operatori e i pazienti dei reparti ortopedia di Ascoli e geriatria di San Benedetto.

Sono una decina i positivi tra i pazienti di Ascoli e diversi altri tra infermieri, Oss e medici, mentre a San Benedetto gli operatori positivi sono al momento 7, ai quali vanno aggiunti diversi degenti.

La quarantena del personale positivo impoverisce un organico già sottodimensionato e imporrà il trasferimento in reparti Covid dei pazienti infetti, ma c’è carenza di posti letto: i due reparti Covid - la Pneumo Covid di Ascoli Piceno e la Rsa di Ripatransone – sono infatti saturi da tempo.

USB chiede di riattivare i reparti Covid strutturati nell’Ospedale Madonna del Soccorso e stigmatizza la procedura adottata, di creare un reparto “misto”, di positivi al Covid e di pazienti non colpiti dal virus, con l’enorme rischio di causare altre positività tra pazienti e personale sanitario!

Gli operatori sanitari, oramai allo stremo, si ritrovano costretti a coprire i turni dei colleghi positivi. A geriatria si è addirittura deciso di sospendere le ferie con messaggio whatsapp totalmente illegittimo! Chiediamo alla direzione AV5 di vietare espressamente tali metodi non conformi a norme, contratti e leggi vigenti.

Per tutto quanto sopra esposto, ribadiamo la necessità di:

•        Attivare posti letto e reparto Covid a San Benedetto, con tutte le procedure e una struttura idonea a garantire la sicurezza di lavoratori e pazienti;
•        Assumere stabilmente da graduatorie concorsi e mobilità professionisti sanitari e socio sanitari con un piano straordinario di assunzioni ed il superamento dei tetti di spesa;
•        Proroga per i precari, 300 unità tra infermieri OSS tecnici di laboratorio tecnici di radiologia amministrativi ecc, con contratto di lavoro almeno fino al 31 dicembre 2022;

USB chiede all’assessore alla Sanità Marche, al direttore ASUR, al direttore Area Vasta e ai sindaci di Ascoli e San Benedetto del Tronto di dare risposte concrete ai cittadini e ai lavoratori, stanchi di sentirsi dire che va tutto bene! Non va tutto bene ed è ora che ognuno si attivi per dare finalmente le risposte che tutti si attendono!

USB Area Vasta 5

Ascoli Piceno 20-4-2022

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati