USB AV5: no alla svendita dei lavoratori

Nazionale -

Oggi in RSU abbiamo chiesto con forza agli altri delegati RSU di ripensarci e di rappresentare al meglio i lavoratori AV5che ci hanno eletto, dato che dalle ultime determine è evidente e palese che i lavoratori AV5 sono discriminati e sottopagati rispetto ai lavoratori delle altre AV delle Marche e della Direzione generale ASUR.

Purtroppo, la maggioranza RSU eletta nelle liste Cisl Cgil Nursind e Fials si è opposta! Con tale decisione ha di fatto sancito un'autentica svendita di lavoratori e lavoratrici. Solo l'AV5, in sostanza, non onora il Contratto Collettivo Integrativo che ha sottoscritto, lasciando i lavoratori e le lavoratrici senza le legittime spettanze delle PEO 2019 e 2020.Sulle PEO 2021 incredibilmente oltre il danno registriamo la beffa: criteri di accesso peggiorativi rispetto ad accordi su PEO di tutte le altre AV e al CCNL.

USB proseguirà la sua lotta in tutti i modi ed in tutte le sedi per denunciare il fattaccio, affinché si sappia che in una stessa azienda, l’ASUR Marche, i lavoratori e le lavoratrici sono trattati difformemente. Una vergognosa violazione dell'art. 8 della Legge Regionale del 21 marzo 2017, n. 8, sul "Superamento delle disparità di trattamento economico", articolo peraltro espressamente rivolto all'ASURMarche! Un autentico discrimine!

Come delegati RSU USB abbiamo continuato il confronto, nonostante il forte disappunto per la decisione della RSU, per serietà e per svolgere il nostro mandato. Nel prosieguo dei punti all'Odg:
 

Premialità Covid: USB ha proposto di chiedere rispetto alla bozza Premialità Covid, non sottoscrivibile, il resoconto delle risorse già erogate, in maniera unilaterale, e se e quanti soldi ci sono da erogare alla maggioranza che nulla ha percepito di Premialità Covid! La seconda e terza fascia Premialità Covid in Av5 che fine ha fatto? Su questo la RSU pare abbia convenuto.
 

Accordo decentrato economico 2021: abbiamo fatto presente e proposto alla RSU di non sottoscrivere la proposta di accordo dato che non era presente una opportunità che il CCNL ci fornisce e che, come RSU USB, chiediamo con forza: l’uso delle risorse economiche per aumentare sostanzialmente le indennità notturna, festiva e di reperibilità colpevolmente ferme da oltre 20 anni! Anche questa proposta è stata accolta dalla RSU. Lotteremo per questo non più rinviabile riconoscimento salariale aumentando le indennità.
 

Sugli incarichi di funzione abbiano sottolineato per l’ennesima volta che per noi non rappresenta una priorità viste le molteplici problematiche, che deve essere diminuito sensibilmente lo stanziamento e che le risorse devono rispecchiare esattamente la percentuale del personale sanitario tecnico e amministrativo!

Al termine, tra le varie e eventuali abbiano chiesto con forza che la RSU pretendesse risposte anche su assunzioni stabili, proroga dei contratti in scadenza, riapertura dei reparti colpevolmente ancora chiusi e di informare la RSU in manieradettagliata rispetto allo sforamento di oltre 28 mln nei primi sei mesi 2021!

La RSU ha approvato tale proposta. Vedremo e vi informeremo come sempre. USB continuerà a lottare su tutti i tavoli con passione e competenza, da lavoratori per i lavoratori, certi che questo è il miglior modo di fare sindacato.Denunceremo il fatto, ancora una volta, all'Assessore alla Salute della Regione Marche. USB conferma stato di agitazione permanente dei lavoratori Comparto sanità AV5 e chiama alla mobilitazione i lavoratori chiedendo di aderire allo sciopero generale dell’11 ottobre.

RSU USB AV5

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati